Tony Vespa: “Quella volta che ho insegnato a Ivanka Trump a fare la pizza”

4
3663

Vi presento Tony Vespa!

Ho la fortuna di conoscere Tony Vespa e la sua pizza da anni, ormai è un caro amico. Non mi stancherò mai di ascoltare la sua incredibile storia e per questo ho deciso di condividerla con voi. Tony e la pizza non si conoscevano, ma per uno strano scherzo del destino, da quando si sono incontrati, non si sono mai più separati. Sicuramente in Canada è il pizzaiolo più famoso, a Roma è a buon punto. Pensate, il suo nome è arrivato fino alla Casa Bianca, perché un bel giorno a varcare la soglia de Al Grottino è stata Ivanka Trump, figlia dell’attuale Presidente degli Stati Uniti Donald, accompagnata da suo marito Jared Kushner e dalla loro piccola bambina. Incredibile ma vero: Tony gli ha insegnato a preparare la pizza e a detta sua se la sono cavata anche molto bene! Ma questo è solo uno dei suoi aneddoti, in questa intervista è così generoso da svelare anche il suo famoso impasto… Quindi non vi resta altro da fare che prendere carta e penna!

Buona visione! 😉

ECCO QUI LA RICETTA DELLA FAMOSA PIZZA DI TONY VESPA

INGREDIENTI

  • Acqua 180 ml
  • Farina 300 gr
  • Lievito 1gr
  • Sale 6 gr
  • Olio extra vergine d’oliva 10 gr

PROCEDIMENTO

Mescolare in un recipiente il lievito con la farina, incorporando anche l’aria, aggiungere l’acqua (poca per volta) e impastare.

Quando l’impasto sarà ben amalgamato, aggiungere il sale; continuare ad impastare e aggiungere l’olio a filo. Alla fine della lavorazione l’impasto risulterà leggermente grumoso; lasciatelo riposare a temperatura ambiente in una ciotola oleata e coperta.

Dopo circa mezz’ora tirate fuori l’impasto e iniziate a ripiegarlo su una spianatoia infarinata, lasciatelo riposare di nuovo e ripetere per 3 volte la procedura ogni 30 minuti. Successivamente, creare delle palline con la pasta (200-230 gr l’una), copritele e fatele riposare in frigorifero (4-6°) per 24 ore. Il giorno dopo stendere e condire il disco di pasta per pizza a vostro piacere.

Con questa procedura otterrete un impasto per una pizza BEN LIEVITATA, MATURATA E SOPRATTUTTO DIGERIBILE!

 

4 Commenti

  1. Non finirò mai di dirlo che se c’è una cosa che amo conoscer le persone nell’anima,veder la passione di ciò che fanno legger nei loro occhi quella luce di felicità mentre parlano del loro lavoro,questo succede sempre,quel sempre che arriva ogni volta che escono quei meravigliosi gioiellini di interviste che tu caro super fratellone Roberto mi doni con la tua classe con la tua eleganza,con la tua capacità di entrar nell’anima delle persone.Cosi che entro anch’io nel mondo della pizza,che definisco la prima MERAVIGLIA DEL MONDO,la pizza dovrebbe davvero esser patrimonio dell’umanità,protetta amata vissuta,cosi come fa il nostro straordinario #TonyVespa. Bellissimo veder come due mondi cosi diversi lui e la pizza per uno strano ma meraviglioso scherzo del destino si siano incontrati,come lui sia riuscito da un momento in cui tutto poteva finire risollevare le sorti della pizzerie,bellissimo quando dice che non si tratta di lievitazione ma di maturazione,questa bellissima parola “MATURAZIONE”mi da il senso di AMORE per la Pizza,come lui stesso dice “”Insegnare far sognare” perchè insegnar non vuol dire solo esser maestri lui peraltro è un grandissimo maestro oltre che un grande chef,ma insegnare vuol dire anche trasmetter la passione di ciò che ci troviamo ad apprendere,ed in questo caso sognare con la pizza.Questo suo grande amore per la pizza,per il suo modo anche di spiegar la preparazione,secondo me viene anche percepita da chi poi si trova nel suo locale,sentendo i suoi racconti il suo primo incontro con il grande Francesco Totti,con la Ivanka Trump,leggo la gioia nei suoi occhi gioia ed emozione che toccano il mio cuore,mi rende partecipe della sua felicità,credo che questo faccia capir ancor di più quanto amore ci sia dietro il suo lavoro,un lavoro si ma ancor di più una bellissima passione.che trasmette anche a chi si trova ad aver il grande privilegio di poter assistere alle sue lezioni.Poi che poesia veder come cucina come ci fa viver il procedimento della preparazione della cottura,come un qualcosa di artistico,davvero poesia quel che dice “la pizza come una tela dove noi poi componiamo un quadro meravigliosamente gustoso”.Che dirti Roberto grazie per avermi portato nel fantastico mondo di Tony Vespa ancora una volta sei entrato nel cuore dell’anima delle persone,ancora una volta mi fai esser davvero orgogliosa di averti come amico ma ancor di più come super fratellone del cuore,ed una cosa è certa che appena passo per Roma mi devi portar nel mondo di Tony per assaggiare l’arte della sua meravigliosa pizza.EVVIVA LA PIZZA PATRIMONIO DI FELICITA’ DEL MONDO!By Ida!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.