Luca Colombo: “Facebook rende il mondo più aperto e connesso”

5
760

Ecco a voi Luca Colombo!

Ho avuto l’onore di intervistare, virtualmente, Luca Colombo, il Country Manager di Facebook Italia. Ma in cosa consiste il suo ruolo? Qual è la mission di una delle aziende più importanti al mondo? Ma soprattutto, tra quanti anni Facebook ci regalerà l’esperienza della realtà virtuale?

Buona lettura 😉

Sei il Country Manager di Facebook Italia. In cosa consiste il tuo lavoro?

In Facebook Italia mi occupo di consolidare e guidare le attività di Facebook all’interno del mercato italiano, promuovendo una strategia di valore orientata a far evolvere la mission dell’azienda: rendere il mondo più aperto e connesso offrendo un incredibile potere di connessione alle persone e consolidare la piattaforma come strumento di supporto a qualsiasi tipo di business, grazie alla comunicazione diretta e coinvolgente con consumatori e utenti.

Facebook è parte integrante della tua vita lavorativa. Come si colloca invece nella tua vita privata?

Mi sono iscritto a Facebook nel 2007, quindi molto prima di iniziare a lavorare per questa società. Per me rappresenta un importante strumento, che uso quotidianamente, per rimanere in contatto con i miei amici, parenti e contatti anche lavorativi.

Il medium è il messaggio. Facebook ha cambiato le abitudini di tutti, dagli adolescenti ai settantenni. Come ci è riuscito?

Facebook è una piattaforma aperta a tutti, e questo è esplicitato anche nella mission dell’azienda. Abbiamo l’obiettivo di dare a tutti una voce e offrire ad ognuno l’opportunità di esprimersi attraverso una vasta scelta di tool digitali come foto e video e la possibilità di rimanere in contatto con amici e famigliari. Oltre a questo, Facebook, oggi, rappresenta uno strumento con cui aziende e consumatori possono avere un contatto diretto, intrecciando relazioni di valore e scambiandosi informazioni. Facebook è in continua evoluzione e miglioramento, sempre alla ricerca di nuove soluzioni per rispondere al meglio alle esigenze di milioni di persone che lo usano ogni giorno.

Troppa tecnologia equivale secondo te ad avere un contatto meno emozionale con il mondo?

Sono tanti i vantaggi che la tecnologia può portare nella vita delle persone. In Facebook riconosciamo l’importanza della condivisione come base per costruire un mondo sempre più aperto e connesso; e per noi questo ha indubbiamente una valenza emozionale. Facebook, come azienda, si propone di offrire soluzioni tecnologiche e digitali che possano migliorare le vita delle persone che lo usano, permettendo loro di scoprire che cosa sta accadendo nel mondo e di condividere con chi desiderano ciò che hanno più a cuore, concetti questi fortemente emozionali.

Safety check, è il sistema studiato da Facebook per aiutare ad avere notizie di persone che si trovano in zone colpite da calamità naturali. Quanto ti senti tradito dall’utilizzo sbagliato che tanta gente ha fatto, e fa, di questo servizio?

Facebook ripone una grande attenzione nell’offrire alla propria community un ambiente sicuro, ricco di strumenti utili per soddisfare le esigenze e i bisogni di ogni utente. La comunità di Facebook è in una posizione unica per aiutare a prevenire danni, assistere durante una crisi o riunirsi per ricostruire, successivamente. Questo grazie alla grande quantità di conversazioni che avvengono attraverso la nostra piattaforma, la nostra capacità di raggiungere rapidamente le persone in tutto il mondo in caso di emergenza e la vasta scala di bontà intrinseca delle persone aggregate in tutta la nostra comunità.

Strumenti come Safety Check e Community Help sono stati realizzati proprio con l’obiettivo di aiutare la community in questo ruolo. Questi strumenti continueranno ad essere aggiornati per migliorarne l’efficacia, in modo da poter raggiungere con sempre maggiore facilità le persone che si trovano in uno stato di emergenza. Guardando al futuro, una delle nostre più grandi opportunità per tenere le persone al sicuro è sfruttare le potenzialità dell’intelligenza artificiale per comprendere più rapidamente e con sempre maggiore precisione ciò che sta accadendo in tutta la nostra comunità.

Per l’utilizzo degli spazi per gli uffici, anziché optare per le tradizionali stanze cieche e grigie, Facebook ha scelto un ambiente aperto, dove i dirigenti si mescolano con gli impiegati. Una scelta inusuale ma vincente, perché l’azienda è collocata tra quelle dove si lavora meglio al mondo.

Gli spazi ampi e aperti degli uffici di Facebook rappresentano l’apertura ad una costante ricerca di nuove idee ed ispirazioni, incarnando il continuo cambiamento dell’azienda e della piattaforma stessa. Ogni sede è progettata in modo tale da garantire un’ampia libertà di personalizzazione, per valorizzare al meglio i valori dell’azienda ma anche la cultura locale, promuovendo la crescita di talenti in un ambiente stimolante e dinamico.  Con la sua apparenza di “non finito” l’ufficio milanese di Facebook nasconde in realtà una grande attenzione al dettaglio  – dai telai ai profilati in cartongesso ai pannelli fono-assorbenti in feltro – sottolineata da una grandissima attenzione all’innovazione e al riciclo.

In che modo BOT Messenger, ovvero il “programma” che svolge la funzione di un vero e proprio assistente virtuale, cambierà il marketing delle aziende presenti su Facebook?

Facebook desidera offrire strumenti sempre più all’avanguardia alle aziende che desiderano promuovere e far crescere il proprio business attraverso la piattaforma. La possibilità di creare Bot per Messenger è un chiaro esempio di come gli strumenti digitali e l’intelligenza artificiale possano aiutare un’azienda, in modo semplice ed economico,  ad instaurare un rapporto efficiente e di valore con i propri clienti.

Il primo incubatore per startup di Facebook avrà sede a Parigi. Che cosa significa questo per l’azienda?

Station F è il più grande campus ed incubatore per startup di tutto il mondo, con sede a Parigi. Grazie a questo progetto, Facebook avrà la possibilità di lavorare al fianco di numerose startup innovative per supportarle nella crescita delle loro idee di business, ma anche per raccogliere importanti spunti ed ispirazioni grazie alla stretta collaborazione con giovani e brillanti talenti. Facebook è entusiasta di supportare una nuova generazione di startup con un enorme potenziale di crescita e creazione di posti di lavoro.

Tra quanti anni e in che modo la realtà virtuale rivoluzionerà l’utilizzo di Facebook?

Nel 2016, in occasione di F8 la conferenza degli sviluppatori, Mark Zuckerberg ha presentato la nostra roadmap tecnologica. Per il lungo periodo (10 anni) l’obiettivo di Facebook è sviluppare nuove tecnologie che aiutino la condivisione delle persone: connettività, intelligenza artificiale, virtuale e realtà aumentata. La realtà virtuale è, dunque, un tema molto attuale ed importante per Facebook, ricopre un ruolo centrale per costruire una community sempre più unita e connessa nel corso del prossimo decennio. La realtà virtuale è un’opportunità già attuale e presente nelle nostre vite e l’obiettivo di Facebook è quello sfruttarla per sviluppare strumenti sempre più innovativi ed in grado di offrire esperienze sempre più coinvolgenti. Di questo passo, nell’epoca di rivoluzione digitale in cui viviamo, è evidente che tali innovazioni potrebbero arrivare a noi ancora prima di quanto ce lo aspettiamo.

Se ti dicessi “pensa a una cosa”, qual è la prima che ti viene in mente?

Il blu

5 Commenti

  1. Eccole le belle interviste che oltre ad esser una carezza per il cuore,sono anche fonte di arricchimento per l’anima,perchè come amo sempre di più quando attraverso le interviste fatte con il cuore,come solo il mio super fratellone Roberto riesce a fare ed io sono sempre più orgogliosa di lui,ancora una volta ti ringrazio super fratellone per la passione che metti,ecco Roberto grazie alle sue meravigliose interviste ci fa conoscer persone speciali,come Luca Colombo,devo dire che non conoscevo il suo nome,ma sono felice di conoscerlo ora grazie a te,scopro un mondo nuovo,mi piace veder come mette il cuore nel proprio lavoro,cosa che spesso non succede,perchè si pensa sempre che chi lavora con il mondo internet con i social sia sempre un po freddo nel mondo circostante,ed invece Luca la dimostrazione di quanto sia importante rapportarsi con il prossimo,mi piace molto la sua filosofia di concepire i social,soprattutto facebook come un modo anche per ampliare i propri orizzonti,perchè non dimentichiamoci che facebook nasce soprattutto per questo,per far conoscer un po tutti noi,per far si che in qualche modo anche i propri sogni possano realizzarsi,io credo molto nell’importanza dei social,credo che sia un bellissimo modo se utilizzato correttamente anche per sfondare nel mondo del lavoro.Di cuore Luca grazie per il modo con cui ti sei raccontato nella bellissima intervista fatta ancora una volta dal cuore immenso di Roberto,e a te dolce super Fratellone ti dico GRAZIE di cuore perchè sai davvero spaziare in ogni tipo di intervista,con la tua classe la tua eleganza,ti voglio bene la tua amica sorellina By Ida!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.